Da poco insediatosi alla Casa Bianca,Donald Trump, presidente degli U.S.A questo strano e a volte bizzarro personaggio, con modi di fare sicuramente inusuali per il ruolo che ricopre e tutt’altro che diplomatici,disse che non credeva al “riscaldamento globale”e che comunque l’inquinamento non poteva esserne la causa. Ricordo bene quel giorno perché stavo scrivendo un mio “pensiero”proprio su questo tema.Non so se le ragioni che hanno portato Trump a fare quest’affermazione siano le stesse che ho sempre avuto in mente, perché anch’io penso che sia cosi(leggi “Il riscaldamento globale)Non sono certo,né uno scienziato,né un meteorologo,uno studioso del clima e tanto meno un ricercatore,faccio un mestiere comune,ma questo non mi impedisce comunque di farmi un’idea personale del problema e a questo proposito ti dirò che ho sempre avuto molti dubbi.Non tanto dubbi sulla preparazione e sulla competenza di alcuni scienziati e tanto meno sulle loro affermazioni,non mi permetterei mai, ma sul modo con il quale le varie potenze,governi e tutta la stampa,lo trattano e lo affrontano. Insomma,una strana e sospettosa visione,a mio avviso troppo concorde,che si basa solo o quasi sulla considerazione di alcune cause,come le tanto citate “emissioni”,senza però menzionarne molte altre,altrettanto o se non più nocive,per l’equilibrio naturale dell’ambiente,oltre che dannose per la nostra salute.

La prima che mi viene in mente,ad esempio.è la guerra,le guerre, le tante guerre che si combattono in tutto il mondo.Hai presente quanto possono inquinare l’ambiente? credo che tu non lo possa nemmeno immaginare. Tonnellate di polveri esplosive,elementi radioattivi,composti chimici e naturalmente anche quello che ci viene nascosto.Senza contare i fumi e le esalazioni che essi provocano dopo il loro utilizzo e tutto quello che si disperde nell’ambiente,che non è assolutamente biodegradabile. I consumi di carburante e risorse naturali utilizzati per mantenere efficiente e sempre aggiornata la macchina bellica.che come si nota,appartiene ad un settore industriale che non ha mai conosciuto crisi. Nessuno però ne parla e tanto meno si fa qualcosa per fermare tutto questo. Eppure,con i milioni e milioni di dollari che costa,anche in termini di lavoro, costruire carri armati,aerei bombardieri,produrre i missili e le bombe,si potrebbero costruire intere città,moderne,con sistemi energetici all’avanguardia,che sfruttano l’energia solare o quant’altro. IL fatto è che per fare una guerra ci vogliono due cose molto semplici e facilmente reperibili : tanti soldi e un nemico. I soldi ci sono già e il nemico,se non c’è si crea,questo è quello che penso io. Naturalmente è solo una mia opinione,o forse l’opinione e la convinzione di molti.

Altri sono il fumo e le droghe.Secondo le stime dell”OMS,riferite al 2019,nel mondo ci sono 1,100 miliardi di fumatori. Oltre a questi si devono aggiungere tutti quelli che fanno uso di droghe di vario tipo,come hashish,marijuana e cocaina e tutte quelle prodotte con composti chimici. Se la matematica non è un’opinione, 1 sigaretta moltiplicata per 1,1mld di persone,fa 1,110mld di sigarette bruciate tutti giorni (polveri sottili , mozziconi e nicotina che si depositano al suolo) e moltiplicando questo dato per 20,che è un pacchetto, sono altrettanti pacchetti,composti da carta e plastica. Una catena montuosa che nasce ogni giorno, fatta di morte,alla quale nessuno,stranamente,vuole fermare. Intorno a questa che io considero,da ex fumatore, una vera e propria piaga dell’umanità,girano migliaia di miliardi. Per questo gli Stati ne hanno il monopolio. L’aspirazione del fumo e l’utilizzo costante di droghe provocano malattie respiratorie,tumori,non solo quello ai polmoni e disturbi della mente,che a loro volta,di conseguenza, alimentano il mercato già fiorente dell’industria farmaceutica mondiale,che a sua volta produce medicinali,anche a base di sostanze chimiche. Un immenso e macabro gioco dell’oca,dove la tua fortuna è quella di non morire e dove solo i potenti giungono all’arrivo.

Questi sono secondo me i più importanti. Potrei citarne molti altri,come quello raffigurato nell’immagine o i danni provocati da quella che chiamo,”industria del “vizio”,ma rischierei di annoiarti. L’evoluzione, il progresso,il miglioramento della qualità della vita,la modernizzazione, sono fattori che appartengono all’intera umanità e quindi sono nelle mani di tutti gli esseri umani,senza distinzione di sesso,di classe sociale o di colore della pelle. Il denaro purtroppo è nelle mani di pochi. Su questa terra, oltre 7 miliardi di persone, ogni giorno, nel loro piccolo mondo,compiono piccoli gesti,come lavarsi,vestirsi,cibarsi,muoversi nell’ambiente e viaggiare,è impossibile evitare dunque un inquinamento. Il rispetto per la propria vita e quella degli altri e per quella delle generazioni future però è,e deve essere una priorità,per tutti. Qui Il denaro e il potere non c’entrano. Per questo ogni nostra piccola azione quotidiana,alla quale magari non diamo importanza ( tanto,per quello che consumo io!!) se compiuta nel ,appunto, “rispetto” di chi ci sta attorno,di chi come noi ha il diritto di vivere al meglio la propria vita,può fare la differenza e migliorare il nostro mondo.Usiamo quindi il”buon senso”nell’utilizzare le cose. Pensiamo di essere liberi solo perché ci danno la possibilità di scegliere,ma a volte la vera libertà la conquistiamo scegliendo liberamente di rinunciare. Noi siamo la vera e unica cura ai nostri mali.

Festa del papà
Ho lasciato un vaso
di fresche memorie,fiorite
da terra calda e fertile
ed un velo di pensieri
sinceri e sgargianti
sulla grigia e fredda pietra
che oggi vi copre le anime
padre mio, che nella mente
cammini ancora felice
come il giorno che mi desti la luce

Non a ricordar la morte
ma a ringraziar la vita
che scorre nel mio sangue
che sgorgò da fonte pura
dall'amore per noi,figli vostri
Oggi con il nostro cuore
bagneremo le radici
ben salde e profonde
a generare ancora e sempre
la gioia che ci donaste

i

SONY DSC

In questi tempi,dove l’intera umanità è costretta,suo malgrado,a difendersi dalla natura che essa stessa ha manipolato e sfruttato a suo piacimento e dalla quale quindi ha tratto non solo quello di cui ha bisogno per vivere e sopravvivere,ma anche beni naturali e risorse,che per egoismo e avidità ha utilizzato contro se stessa,mettendo spesso il denaro e il potere come primi valori ,ci stiamo rendendo conto,o forse no, di quanto piccoli e deboli siamo,anche difronte ad essa. Tutti quanti impegnati a combattere contro qualcosa di invisibile e di sfuggente,qualcosa che consideriamo nemico,ma che in realtà risponde alla stessa legge alla quale noi ubbidiamo e cioè quella di proliferare e di non estinguersi. Non riusciamo a capire che anche questo virus ha lo stesso diritto di vivere come noi,per questo si sta espandendo. In questa battaglia solo il più forte vincerà e non è detto che sia l’uomo “sapiente”.

Come se non bastasse,continuiamo a considerarci esseri superiori. Dico ciò perché su stampa e TV e sui social come FB e Twitter,nei programmi dedicati all’informazione,dove studiosi e scienziati ci dicono come difenderci dal questo virus,invitandoci a lavarci spesso le mani e a evitare contatti troppo ravvicinati con altre persone,a disinfettare con prodotti specifici l’ambiente in cui viviamo,nessuno in realtà parla di come sia importante la nostra alimentazione a questo scopo. Senza dubbio è di aiuto vivere in un ambiente pulito e asettico,ma lo è altrettanto anche avere un sistema immunitario forte e “aggiornato”pronto a difenderci. Tutti gli esseri viventi di questa terra ne sono provvisti. Come dico sempre,la natura sa già quello che deve fare,noi dobbiamo solo rispettarla e seguire le sue regole,anche perché,questo ce lo dimentichiamo spesso, siamo costretti a farlo e non abbiamo altre scelte

Ludwig Feuerbach,un filosofo tedesco del 1800,personaggio che citerò solo marginalmente,non volendo aprire discussioni su temi come religione e politica,diceva che “l’uomo è ciò che mangia”. Il nostro corpo infatti,cresce e si sviluppa solo ed esclusivamente con l’alimentazione e dunque la quantità ma sopratutto la qualità di quello che noi utilizziamo per nutrirci è determinate per la nostra “qualità” di vita. Il nostro sistema immunitario è dunque già programmato per difenderci e proteggerci da tutto quello che può essere dannoso,tutto ciò che può compromettere la possibilità che abbiamo di continuare a vivere e a proliferare come altri esseri viventi ( Darwin). Ottimizzarlo ,fornendolo di vitamine e proteine e di tutti quegli elementi che possono aiutarlo a svolgere la sua importante funzione,è dunque dovere e compito nostro.

Io non sono sicuramente la persona più adatta a trattare questo tema così importante o comunque una competente nel campo del nutrizionismo,ovvero quella scienza che studia le esigenze alimentari dell’uomo in rapporto con la natura,comunque avendo lavorato per tanti anni a contatto con gli alimenti ed essendo un appassionato e convinto salutista,potrei darvi al massimo alcuni consigli. Ci sono in commercio un infinità di libri e riviste a riguardo e su internet siti e pagine che trattano questo importante argomento,quindi non dirò più di tanto.

Sono convinto che,più di altri alimenti, la frutta,le verdure,le piante,gli ortaggi e le erbe spontanee,siano qualitativamente più adatti a mantenere il nostro corpo efficiente e sano. Mentre la carne e il pesce e tutti quei prodotti che l’uomo tratta, lavora e trasforma,servono a farci crescere e mantenere in giusta forma,nella migliore delle ipotesi,la nostra massa corporea,esse ci forniscono invece un apporto vitaminico e proteico,a mio avviso,determinante per il corretto e armonioso funzionamento del sistema immunitario.Contengono infatti ferro,potassio,sali minerali,vitamine A,E,B,C, silicio,acido folico ecc,tutti elementi che contribuiscono ad arricchire e fortificare il nostro corpo che,non mi stancherò mai di dirlo,è tutto quello che possediamo.

In natura e nella coltivazione si possono trovare così tante specie di frutta,di piante,erbe e ortaggi,che a dire la verità non saprei da quale cominciare. Quelle di stagione secondo me sono più utili perché seguono il ritmo della natura. La cipolla e l’aglio(meglio se crudi) lo scalogno e tutte le verdure a foglia verde,come broccoli,bieta,spinaci e la cicoria.Le mele,le banane,le arance. Tutti i tipi di legumi e cereali, e come si dice “chi più ne ha,più ne metta”.Insomma fate voi,tanto di questi prodotti potete mangiarne fin che volete,anzi,più ne mangiate e meglio vivrete. Se accettate un mio sincero consiglio da vero amico,invece di svuotare gli scaffali dei supermercati,andate nei reparti ortofrutta o dal vostro fruttivendolo di fiducia e riempite le sporte o i carrelli,di questi preziosi e insostituibili regali della natura. Buon appetito!!!